Commissione per le libertà pubbliche e gli affari interni

Relazione sulle sette nell’Unione Europea

Con lettera del 18 febbraio 1997 la commissione per le libertà pubbliche e gli affari interni ha chiesto l’autorizzazione a presentare una relazione sulle sette nell’Unione europea.
Nella seduta del 14 marzo 1997 il Presidente del Parlamento ha comunicato che la commissione per le libertà pubbliche e gli affari interni era autorizzata ad elaborare una relazione su tale argomento.
Nella riunione del 22 aprile 1997 la commissione per le libertà pubbliche e gli affari interni aveva nominato relatrice l’on. Berger.
Nelle riunioni dell’8 luglio 1997, 29 settembre 1997, 28 ottobre 1997, 4 novembre 1997 e 8 dicembre 1997 ha esaminato il progetto di relazione.
Nell’ultima riunione indicata ha approvato la proposta di risoluzione con 15 voti favorevoli, 7 contrari e 3 astensioni.
Hanno partecipato alla votazione gli onn. d’Ancona, presidente; Reding, vicepresidente; Wiebenga, vicepresidente; Berger, relatrice; Bontempi, Caccavale (in sostituzione dell’on. Schaffner), De Luca, Deprez, Ford, Goerens, Gomolka (in sostituzione dell’on. Posselt), Hallam (in sostituzione dell’on. Crawley a norma dell’articolo 138, paragrafo 2 del regolamento), Lambrias (in sostituzione dell’on. Colombo Svevo), Lindperg, Marinho, Mohamed Ali, Nassauer, Oostlander (in sostituzione dell’on. Cederschiöld), Pailler (in sostituzione dell’on. Vinci), Pirker, Pradier, G. Schmid, Schulz, Van Lancker (in sostituzione dell’on. Terron I Cusi) e Zimmermann.
La relazione è stata depositata l’11 dicembre 1997.

Facebooktwitterpinterestmail