Dal canale Youtube di Don Stefano Greco - Cosa insegna realmente La Torre di Guardia? -

Per Dio è più importante il simbolo della vita o la vita stessa?

Tu amico, fratello Testimone di Geova, rifletti!!! Sulla questione del sangue purtroppo la Wt è tremendamente in contraddizione. TANTO potrei dire ma ora mi limito a questo: A) se il divieto di accettare sangue trasfuso ha fondamento biblico, se davvero è Dio a volere che tu non ti trasfonda, perchè fino al 1961 questa possibilità era lasciata alla coscienza del singolo? Un comando biblico non può essere oggetto di discernimento personale. Lo sapevi però che su questo punto la Torre di Guardia ha cambiato insegnamento? Hai una idea di quante vite sono state segnate da questa “nuova luce”? Gesù Cristo quindi dà “cibo imperfetto” al suo Schiavo? B) la Wt stessa ha riconosciuto che tantissime volte la trasfusione (siamo anche d’accordo per i rischi ma nessuno dovrebbe più sottoporsi a nessuna operazione chirurgica con questo ragionamento!!) è l’UNICA strada percorribile alternativa alla morte; ripeto, in MOLTISSIMI casi NESSUNA alternativa è possibile, chiedete a qualsiasi medico; C) le cure alternative non sono sempre e comunque accessibili , ed in alcuni paesi non esistono affatto o dato il loro costo una larghissima fetta della popolazione ne viene esclusa: che facciamo, morti di prima e seconda classe? Quanto al punto A) si veda la citazione seguente, a conferma di quello che dico: prima del 1961, un tdg poteva, in coscienza, trasfondersi senza andare incontro a disassociazione o dissociazione. Vedi Torre di Guardia 1959 cartaceo pagina 447. Nella domanda dai lettori puoi leggere questo: “Una testimone di Geova che asserisce di essere dell’unto rimanente è di recente andata all’ospedale ed ha ricevuto volontariamente una trasfusione di sangue. Le si dovrebbe permettere di prendere gli emblemi del pane e del vino durante la Commemorazione? – Noi, naturalmente deploriamo con voi che quella sorella che professa di essere dell’unto rimanente abbia volontariamente ricevuto una trasfusione di sangue durante la sua degenza in ospedale. Crediamo che ella abbia fatto una cosa sbagliata, contraria alla volontà di Dio. Tuttavia, le congregazioni non hanno mai ricevuto istruzione di disassociare coloro che ricevono volontariamente trasfusioni di sangue o che le approvano. Lasciamo a Geova, il Giudice Supremo, il giudizio di tali violatori della legge di Dio concernente la santità del sangue”. (La Torre di Guardia, 15/7/1959, p. 447)

 

https://www.youtube.com/watch?v=rLJ-NV0XfW0

Facebooktwitterpinterestmail